titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Bel paese l'Italia

Il pederasta esercito di frati che ci mandò la Francia or s'allarga tra noi d'ozi beati ed allarga la pancia Piovon le losche compagnie fornite d'arti e maestri egregi per distillar veleni ed acquavite o per fondar collegi Bel paese l'Italia a le budelle sacre degl'infingardi che tra i pidocchi delle laide celle sementano i bastardi Bel paese! Se l'Austria impone il veto se si muove la Spagna ecco corrono i frati a questo lieto terren della cuccagna Poichè le brame delle lerce squadre sono per noi comandi e se voglion poppar l'Italia madre ha le mammelle grandi Trovano qui le fraterie fetenti il terren che ci vuole aui tra noi ove crescono i conventi e calano le scuole E i giudici del re servon la messa col candelotto in mano e la bandiera dell'Italia è messa a guardia del Vaticano E' pronta la prigion per chi non crede alla virtù dei santi che bel paese per la Santa Sede e i frati zoccolanti Ahimè per questo incontro della fiumana dei preti e dei ribaldi per questo andavi ad assalir Mentana povero Garibaldi!

Indicazioni bibliografiche

Settimelli Leoncarlo, Falavolti Laura, Canti satirici anticlericali, Roma, Savelli, 1976

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Tags:  anticlericali
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30