titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Andiamo in Transilvania

Andiamo in Transilvania a menar la carioletta che l'Italia poveretta che l'Italia poveretta andiamo in Transilvania a menar la carioletta che l'Italia poveretta non ha i soldi per pagar. . . I signori portan sassi le signore portan malta chi vuoi andar in Merica che là ci starà ben Domani ci imbarchiamo partiamo per l'Australia e tu vedrai, Rosalia che là staremo ben. E dopo sei mesi avremo la casetta che a Trieste benedetta io non l'ho avuta mai. Triestin, fate fagotto che il battello l'è in partenza Trieste resta senza d'un vero triestin.

Informazioni

Canto dell'emigrazione del primo novecento, che attesta una realtà poco nota, l'esodo di triestini, dopo l'incorporazione al regno d'Italia, verso la Romania. Ancor oggi in Romania sopravvive una consistente comunità italiana, a cui è tra l'altro riservato un seggio al parlamento, come minoranza etnica.

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Tags:  emigrazione
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31