titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Anche per quest'anno

Anche per quest'anno, ragazza, ci han fregato, con tutte le sue chiacchere in risaia ci han mandato e noi povere donne ci tocca lavorar per mantenere i ricchi al suo paese a passeggiar. Ci sono dei padroni che sono un po' impazienti, comandano, bestemmiano, con la bava fra i denti, dicendo: "Queste donne lavor non lo san far. Dovrebbero far presto come il treno a camminar". Se si parla del trapianto l'è una cosa da spavento, lo voglion le file dritte anche se siamo in duecento; se c'è una povera donna che la si sente mal vanno col rallentamento per portarla all'ospedal. C'è poi un'altra cosa da fare ben presente: con pane, riso e vitto non si capisce niente; e riso e sempre riso, con acqua in quantità, e Scelba è al governo coi signori a consolar. E tutto quel sudore che noi quaggiù prendiamo saranno poi le lacrime dei figli che abbiamo; e grideranno "mamma, vogliamo da mangiar!" allora lotteremo per lavoro e libertà. E grideranno "mamma, vogliamo da mangiar!" e lotteremo allora per lavoro e libertà.

Do Anche per quest'anno, Sol7 Do ragazza, ci han fregato, con tutte le sue chiacchere Sol7 Do in risaia ci han mandato Fa e noi povere donne Do ci tocca lavorar Sol7 per mantenere i ricchi Do al suo paese a passeggiar. Ci sono dei padroni che sono un po' impazienti, comandano, bestemmiano, con la bava fra i denti, dicendo: "Queste donne lavor non lo san far. Dovrebbero far presto come il treno a camminar". Se si parla del trapianto l'è una cosa da spavento, lo voglion le file dritte anche se siamo in duecento; se c'è una povera donna che la si sente mal vanno col rallentamento per portarla all'ospedal. C'è poi un'altra cosa da fare ben presente: con pane, riso e vitto non si capisce niente; e riso e sempre riso, con acqua in quantità, e Scelba è al governo coi signori a consolar. E tutto quel sudore che noi quaggiù prendiamo saranno poi le lacrime dei figli che abbiamo; e grideranno "mamma, vogliamo da mangiar!" allora lotteremo per lavoro e libertà. E grideranno "mamma, vogliamo da mangiar!" e lotteremo allora per lavoro e libertà.

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Informazioni

Canto tratto dal repertorio di Giovanna Daffini, databile per il riferimento a Scelba.

Indicazioni bibliografiche

Vettori Giuseppe, Canzoni italiane di protesta 1794 - 1974, Roma, Newton Compton, 1975

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30