titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

All'origine

Avete mai guardato in un cortile di quelli di ringhiera stretti e bui di quelli in cui la gente si conosce non perché voglia no ma perché deve perché s'incontra sempre andando al cesso ne entra uno mentre l'altro esce perché se uno distende le lenzuola un latro resta al buio dentro casa se guardi verso l'alto è un risalire di gironi danteschi verso il cielo un cielo grigio che ti sembra un tetto che copre la miseria ed il rancore e il tempo eterno viene ripartito tra la fabbrica il tram e quel cortile oppure tra la strada ed il cortile e la speranza di poter fuggire fuggire dove dentro un casermone solo per renderti conto un'altra volta che spariti i gironi e avuto il cesso non cambia niente e che l'inferno resta e scopri che ringhiere e casermoni hanno due sole uscite o la galera oppur la lotta per chi vuol lottare per un domani dove arrivi il sole.

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Informazioni

Per ascoltare questa canzone:http://www.giannisiviero.it/

Indicazioni bibliografiche

Siviero Gianni  LP  Dal carcere, Divergo  DVAE 003, 1975

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Gianni Siviero
Anno: 
1975
Tags:  carcere/confino
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30